Nasce dagli spazi di formazione dell’accademia Nico Pepe di Udine, dall’incontro tra Alberto Ierardi e Giorgio Vierda, uniti in sodalizio dal motto Brechtiano di “ricreare il pubblico proponendo, da un lato, lo sbrago dello sghignazzo, dall’altro, l’attenzione civile su temi globali ”.

L’originario duo si è trasformato ne La Ribalta Teatro, una compagnia che si occupa da un lato di produzione e creazione di spettacoli di prosa contemporanea e dall’altro di formazione teatrale. Vede la collaborazione al suo interno di numerosi professionisti del settore, dalle arti sceniche alla direzione tecnica, dalla grafica alla comunicazione. 

La compagnia gode del sostegno di realtà teatrali come Teatrino dei Fondi, Officine Papage e Straligut Teatro e della Regione Toscana. È stata ed è tutt’ora ospite di festival e rassegne teatrali importanti, tra le quali quelle di Piemonte dal Vivo e Fondazione Toscana Spettacolo. 

Dal 2019 la compagnia ha intrapreso un lavoro di studio e di ricerca artistica, volta alla realizzazione di una trilogia di spettacoli dedicata al rapporto essere umano-ambiente, che arriverà a compimento entro il 2024.

Produzioni:

  • Acqua: primo capitolo per uno spettacolo idrofilo (2023, in lavorazione), di e con Alberto Ierardi, Giorgio Vierda, Luca Oldani e Margherita Galli. Light designer e tecnica di Alice Mollica, costumi di Chiara Fontanella. Co-prodotto con Officine Papage, con il sostegno del Teatrino dei Fondi, Straligut Teatro. Ospite al Festival Nuove Terre, Festival delle Colline Geotermiche, Gaia, Earthink Festival.
  • Il Pelo nell’Uovo (2022) di e con Alberto Ierardi e Giorgio Vierda, regia e dramaturg Luca Oldani, light design e tecnica di Alice Mollica, costumi di Chiara Fontanella. Primo studio ospite del festival Playwithfood 2021 di Torino-Prima Nazionale presso il Festival delle Colline Geotermiche di Pomarance. Ospite nelle rassegne di Fondazione Toscana Spettacolo.Prodotto da La Ribalta Teatro, sostenuto dal Officine Papage, e la produzione esecutiva di Teatrino dei Fondi. 
  • Il Settimo Continente (2019) di e con Alberto Ierardi, Giorgio Vierda e Luca Oldani, light design e tecnica di Alice Mollica, costumi di Chiara Fontanella. Produzione esecutiva di Teatrino dei Fondi. Vincitore del bando Italia dei Visionari-Festival le Città Visibili Rimini 2020 e di Earthink Festival Torino 2018, premiato a Giovani Realtà del Teatro di Udine 2018, al Minimo Teatro Festival Palermo 2019 e Inventaria Festival Roma 2019. Ospite nelle rassegne di Fondazione Toscana Spettacolo e con Piemonte dal Vivo.
  • Waiting for Juliet (2021) di e con Alberto Ierardi, Giorgio Vierda, Adrian Hughes e David Thomas. Coprodotto con The English Theatre Company. Spettacolo nato dal progetto didattico destinato agli studenti delle scuole medie superiori, Beckett Machine, vincitore del bando di Fondazione Toscana Spettacolo nel 2021:Così remoti, così vicini, nuove idee per un teatro a distanza. 
  • Quando, Quando? (2017) di e con Alberto Ierardi e Giorgio Vierda. Light design e tecnica di Alice Mollica. Ospite di Contemporanei Scenari (2017) e semifinalista Inbox (2018)
  • I Comizi del “Fogna”,(2017) di e con Alberto Ierardi. Menzione Speciale Premio Giovani    Realtà del Teatro di Udine 2017, Finalista del Torino Fringe Festival 2018, Ospite dei festival Trenoff Bologna e Antroporti Pisa
  • “Odissea: Musiche Letture erranti”(2017), di e con Alberto Ierardi e Giorgio Vierda. Musiche originali composte ed eseguite in scena da Mauro La Mancusa (tromba e contrabbasso), Pietro Borsò (percussioni ed elettronica) e Andrea Bambini (tastiere e synth). Finalista del premio Dante Cappelletti 2017.
  • “Un Bicchiere Blu”,(2016) Soggetto di Salvatore Zappia e Marta Paganelli. Drammaturgia di Salvatore Zappia,Regia di Alberto Ierardi,
    con Giorgio Vierda, Marta Paganelli, Luca Oldani e Lucia Rea. Vincitore del Premio Laura Casadonte (Crotone) 2016
  • “In Religioso Silenzio”(2015) di e con Alberto Ierardi e Giorgio Vierda. Vincitore di Strabismi-Foligno 2015 Finalista di Asti Scintille 2014, Anteprima Scenica Frammenti 2015, Young Station-Montemurlo 2015.Ospite del festival Utopia del Buongusto 2016 e del Torino Fringe Festival 2016. 

Il Teatro, la Società  e i Laboratori

Dal 2014 ad oggi la compagnia ha condotto laboratori di teatro in collaborazione con: scuole, università, comuni, regioni, fondazioni, cooperative, teatri, festival di teatro e altre compagnie. Citiamo tra le molteplici esperienze: il bando “Così Remoti Così Vicini” di Fondazione Toscana Spettacolo, la conduzione di laboratori  in collaborazione con il progetto Fare Teatro del Teatro Verdi di Pisa in ambito scolastico, con il Teatro Politeama di Cascina e la Cooperativa Arnera in ambito tossicodipendenze, con la cooperativa Arnera e il Teatro di Vicopisano in ambito di accoglienza da parte di richiedenti di asilo politico, con A.I.P.D. (Associazione Italiana Persone Down) e con AtiProject in ambito di Team Building e Public Speaking.

Dal 2015 la compagnia ha costruito un suo percorso di formazione teatrale stabile, conosciuto come “Formazione La Ribalta”, strutturato in laboratori in larga parte dedicati all’ampia platea di studenti universitari che caratterizza il territorio pisano, e che ha visto in questi anni la partecipazione di migliaia di persone.